Settimio e Licia, servi di Dio
     
Home Biografie Biografie di Settimio Manelli

Il prof. Settimio Manelli (1886-1978)

Valutazione attuale:  / 0
«È un cristiano “tutto d’un pezzo”!». Con queste lapidarie parole San Pio da Pietrelcina (1887-1968) ha definito uno dei suoi figli spirituali, il prof. Settimio Manelli (classe 1886). E questa «definizione splendida, lapidaria» è ricordata da uno dei 21 figli di Settimio: padre Stefano M. Manelli, Fondatore e Ministro Generale dei Frati Francescani dell’Immacolata. Ed è proprio padre Stefano che mi ha incaricato di offrire ai Lettori del Settimanale di Padre Pio un breve profilo biografico del suo «impareggiabile» papà. 

Devo allora accostarmi alle testimonianze di coloro che hanno vissuto accanto a Papà Settimio (il papà del nostro papà). Al riguardo, le fonti che ho consultato sono: a) due volumetti editi dalla Casa Mariana Editrice di Frigento (AV): Vita di Papà Settimio, scritto da padre Stefano Manelli (20051) e Questa è la mia famiglia (19771, rist. 2002), scritto da un gruppo di figli che riportano testimonianze scritte del sig. Settimio e della sua sposa, la sig.ra Licia Gualandris (1907-2004); b) il recente libro Settimio Manelli. Una mente grande e un nobile cuore, s.l., 2006, scritto da Maria Teresa Manelli in Brancato, una delle figlie del prof. Settimio Manelli.

Accedi

Calendarietto 2014